IL RICETTARIO

Crema di patate e tartufo nero con cialda di parmigiano, uovo fritto e germogli

Chiara Pallotti

Dosi per 4 persone

Ingredienti

  • 4 patate medie a pasta gialla
  • 800 ml di brodo vegetale delicato 
  • 3 cucchiai di formaggio cremoso (robiola, caprino, formaggio sfaldabile)
  • pasta di tartufo nero (oppure burro al tartufo nero) q.b.
  • Qualche rametto di timo
  • Un rametto di rosmarino
  • Uno spicchio di aglio
  • Sale e pepe q.b.
  • 4 uova The Garda Egg
  • Pangrattato q.b.
  • Olio di semi di arachide q.b.
  • Germogli freschi per decorare

  • 80 gr di parmigiano reggiano per le cialdine croccanti

Preparazione

Pelate le patate, lavatele e tagliatele a cubetti.

In una capace pentola mettete il brodo, i rametti di timo, il rosmarino, lo spicchio di aglio e le patate a cubetti.

Portate a bollore e cuocete coperto fino a quando le patate saranno morbide. All’occorrenza, aggiungete ancora brodo (o acqua) 

se fosse necessario. Aggiustate di sale e pepe.

Poco prima di servire eliminate il rosmarino, il timo e lo spicchio di aglio e frullate con un frullatore ad immersione aggiungendo il formaggio cremoso e la crema di tartufo nero. Fate la stessa operazione se utilizzate burro al tartufo nero o olio al tartufo nero. 

Preparate le cialdine di parmigiano: disporre 3 cucchiai di parmigiano stesi in un velo sottile dando una forma circolare in una padella antiaderente. Accendete il fuoco sotto la padella e lasciate sciogliere il formaggio a fiamma bassa: si fonderà e diventerà leggermente dorato. A quel punto delicatamente con una spatola rimuovetelo dalla padella e lasciate raffreddare la cialda ottenuta.

Separate gli albumi dai tuorli. Gli albumi avanzati potete utilizzarli per fare meringhe, pancake, frittate, crespelle o altre preparazioni.

Passate i tuorli nel pangrattato, poi delicatamente in un poco di albume e ancora nel pangrattato, dove li lascerete riposare per 10 minuti.

Scaldate in una pentola abbondante olio di semi di arachide fino alla temperatura di 180°C quindi tuffatevi i tuorli panati: cuoceteli per un paio di minuti, fino a quando saranno croccanti.

E’ importante non cuocerli troppo a lungo altrimenti il tuorlo internamente non rimarrà liquido, come invece dovrebbe essere.

Impiattate la crema servendo con la cialdina di parmigiano, germogli freschi e l’uovo fritto. Servite e consumate subito.

1 commento

Chiara Pallotti

Viaggiatrice di sogni, non si sa se Chiara prediliga quelli notturni o quelli ad occhi aperti. Impara a leggere sui ricettari di sua madre passando interi pomeriggi sdraiata sul tappeto di casa con una pila di libri sui quali annota a penna i voti alle ricette e i suoi pensieri. Dopo studi umanistici lavora per 7 anni nella agenzie di pubblicità milanesi come grafica e proprio in questo settore incontra la sua vera strada: dal 2007 lavora come food stylist per grandi clienti nazionali ed internazionali prestando la sua professionalità per fotografie, spot pubblicitari e format televisi food. Poliedrica, creativa, tenace e testarda, adora fare la spesa e fotografare nel tempo libero le ricette che sperimenta nel suo angolo di mondo: la sua piccola cucina bianca. Nella sua pentola bolle sempre qualcosa di nuovo che la porterà a viaggiare, sognare, sperimentare, ridere, creare, emozionarsi e scoprire. Il suo motto? "Avevo un sogno. Cucinare i sogni".

1 commento

Alex
18 Ottobre 2021 - 08:50

Veramente delizioso. non so come ho potuto tirare avanti questi anni senza questa ricetta nell'arsenale. Grazie veramente.

Lascia un commento